IPSOA Quotidiano - Finanziamenti

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Finanziamenti
  1. L’atto d’indirizzo, con cui il Ministro del lavoro e delle politiche sociali determina annualmente: gli obiettivi generali, le aree prioritarie di intervento e le linee di attività finanziabili nei limiti delle risorse disponibili sul “Fondo per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel terzo settore”, deve essere adottato previa intesa con la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano. E’ quanto ha stabilito la Corte Costituzionale nella sentenza n. 185 del 12 ottobre 2018.
  2. Per le imprese culturali e creative, grazie all’accordo di garanzia stipulato tra la Cassa Depositi e Prestiti e il Fondo europeo per gli Investimenti, sarà più facile accedere al credito bancario per realizzare nuovi investimenti e per soddisfare esigenze di liquidità. In arrivo, infatti, 300 milioni di euro per le imprese dell'editoria, della stampa, della radio/tv, del cinema e per le imprese che svolgono attività di conservazione dei beni culturali. L’accordo prevede la concessione di una garanzia della Cassa Depositi e Prestiti a favore del Fondo di Garanzia per le PMI relativamente alle richieste di nuovi finanziamenti bancari.
  3. Il decreto Dignità ha ritoccato la disciplina del credito d’imposta ricerca e sviluppo, eliminando dalla base di calcolo del beneficio i costi sostenuti per l’acquisto, anche in licenza d’uso, delle competenze tecniche e delle privative industriali derivanti da operazioni infragruppo. Tale esclusione opera a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 14 luglio 2018 (ossia dal 1° gennaio 2018 per le imprese con periodo d’imposta coincidente con l’anno solare) e si applica anche ai fini della determinazione della media triennale di raffronto. Cosa finanzia il bonus ricerca e sviluppo? Come si calcola?

    Per avere tutte le risposte, consulta il Dossier Bonus R&S: le novità del decreto Dignità

  4. Il credito d’imposta R&S è riconosciuto a tutte le imprese che effettuano investimenti in attività di ricerca e sviluppo, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano, dal regime contabile adottato, nonché dalle dimensioni aziendali. Rientrano nel novero dei soggetti beneficiari anche i consorzi, le reti d’impresa e gli enti non commerciali con riferimento all’attività commerciale eventualmente esercitata. Per fruire del bonus è necessario che, nel periodo d’imposta per il quale si intende effettivamente accedere all’agevolazione, la spesa complessiva per investimenti in ricerca e sviluppo sia pari almeno a 30.000 euro. Ai fini del rispetto di tale condizione, quali conseguenze derivano dalla modifica apportata dal decreto Dignità?
  5. Per il finanziamento di piani formativi pluriaziendali Fondoprofessioni ha stanziato nuove risorse, pari a 1,9 milioni di euro. Obiettivo dell’iniziativa è quello di sostenere lo sviluppo e accrescere la capacità di risposta alle nuove sfide della professione e del mercato da parte degli studi delle aziende aderenti. In particolare, il plafond è destinato alla seconda scadenza degli Avvisi 01/18 e 03/18.

Contatti

ODCEC TERNI

Corso del Popolo, 63

05100 - Terni

Tel 0744 429152

Fax 0744 429152

segreteria@odcecterni.it

Ultimi aggiornamenti