IPSOA Quotidiano - Fisco

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Fisco
  1. Il decreto fiscale 2019 ha previsto che il cessionario/committente possa esercitare, entro il 16 di ogni mese, il diritto alla detrazione dell'IVA relativa ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del mese successivo a quello di effettuazione dell'operazione. È comunque possibile avvalersi della detrazione del tributo nel mese di ricezione della fattura, nonostante l’annotazione del documento sia fatta entro il 15 del mese. Pertanto, per una e-fattura di acquisto che riporterà la data del 30 gennaio 2019, e che fosse ricevuta attraverso il Sistema di Interscambio il giorno 1° febbraio 2019, il diritto alla detrazione dell'imposta potrà continuare ad essere esercitato nel mese di febbraio.
  2. La disciplina dell’abuso del diritto riveste un ruolo fondamentale nel nostro sistema tributario. La nozione di abuso del diritto è stata oggetto di modifiche con l’introduzione dell’art. 10-bis nello Statuto dei diritti del contribuente. Antecedentemente la definizione di abuso del diritto era contenuta nell’art. 37-bis, D.P.R. n. 600/1973. Le modifiche si sono rese necessarie per porre rimedio a problemi di carattere interpretativo emersi in vigenza dell’art. 37-bis. In talune occasioni, tuttavia, l’Agenzia delle Entrate e la stessa giurisprudenza sembrano ancora far riferimento al concetto di abuso del diritto di cui all’art. 37 bis. Lo ha messo in evidenza Assonime nella circolare n. 27 del 18 dicembre 2018.
  3. Il soggetto non dotato di partita IVA italiana può procedere con il recupero dell’IVA addebitatagli a titolo di rivalsa da parte di società italiane per servizi di edificazione e successiva demolizione di un Padiglione per EXPO Milano 2015. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 115 del 18 dicembre 2018.
  4. Pace fiscale, fattura elettronica, rottamazione ter: con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale n. 293 del 18 dicembre 2018 della legge n. 136/2018, di conversione del D.L. n. 119/2018, diventano definitive tutte le misure previste dal decreto fiscale 2019. Tra le tante novità inserite nel corso dell’iter di conversione, la proroga dell’applicazione facoltativa del reverse charge fino al 2022 su pc e tablet, la previsione - relativamente alla definizione agevolata dei PVC, che il versamento delle rate successive alla prima venga effettuato entro l’ultimo giorno di ogni trimestre, e l’ampliamento della la platea dei soggetti esclusi dall’obbligo della fatturazione elettronica: i soggetti che devono procedere con l’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria beneficiano dell’esonero dall’obbligo di emissione della e-fattura. Prevista infine la proroga del bonus bebè e per la CIGS.
  5. Non è possibile procedere con il cumulo delle tariffe incentivanti di cui al IV conto energia e dell’agevolazione "Tremonti ambientale", così come affermato dal Gestore dei servizi energetici con comunicato del 22 novembre 2017. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 114 del 18 dicembre 2018.