IPSOA Quotidiano - Lavoro

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Il Ministro del Lavoro e dello sviluppo economico, Luigi di Maio, ha incontrato il 16 ottobre 2018 gli assessori regionali al Lavoro per definire le modalità operative per il rafforzamento dei Centri per l'impiego. Il percorso condiviso tra Governo e Regioni avviato nei precedenti incontri entra ora nella fase più tecnica che costruirà il modello dei Servizi per il Lavoro. Il progetto del Ministero si articola in 5 punti, con un investimento pubblico previsto pari a 1 miliardo di euro per il 2019. Soddisfazione è stata espressa dalle Regioni.
  2. Hanno trovato posto nel decreto semplificazioni 2019, approvato il 15 ottobre 2018 dal Consiglio dei Ministri, le richieste del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro per l’abolizione della entrata in vigore, a partire dal 2019, del Libro Unico del Lavoro telematico. Il nuovo adempimento aveva destato non poche preoccupazioni tra i Consulenti del Lavoro e gli altri intermediari abilitati alla tenuta e alla elaborazione del LUL, proprio in vigore delle complicazioni operative che avrebbe potuto comportare.
  3. Il Governo ha trovato l’accordo e le coperture per il finanziamento delle misure previste nella Manovra 2019: sono dunque pronti a partire, dal 2019, sia il reddito di cittadinanza sia la pensione a quota 100. Confermato anche il taglio alle pensioni d’oro e la proroga delega ammortizzatori sociali in deroga. La misura passa ora al vaglio dell’Unuone europea.
  4. Si definiscono i tasselli della riforma delle pensioni del Governo Conte. Confermata l’ipotesi di quota 100 quale somma di età anagrafica (62 anni) e anzianità contributiva (38 anni) per superare le vigenti rigidità di accesso ai trattamenti pensionistici. E’ però possibile un leggero slittamento a febbraio, rispetto a quanto ipotizzato invece pochi giorni fa su una partenza dopo il primo trimestre. Certa anche la proroga di opzione donna. In aggiunta una novità assoluta: la possibile conferma dell’APE sociale, l’anticipo pensionistico per i caregivers e i lavoratori addetti a mansioni gravose, fino al 2021.
  5. Gli utility token attribuiti a lavoratori dipendenti ed amministratori sono classificabili come un compenso in natura da assoggettare a tassazione sulla base del valore normale sempreché il loro valore superi, nel periodo d’imposta, euro 258,23. Questa è la condivisibile conclusione raggiunta dall’Agenzia delle Entrate nella risposta ad interpello n. 14 del 2018. Tuttavia, non vengono chiarite le concrete modalità di determinazione del benefit, vale a dire se si debba fare riferimento al valore del token ovvero al valore dei sottostanti beni e servizi. La prima alternativa sembra preferibile.

Contatti

ODCEC TERNI

Corso del Popolo, 63

05100 - Terni

Tel 0744 429152

Fax 0744 429152

segreteria@odcecterni.it

Ultimi aggiornamenti