IPSOA Quotidiano - Lavoro

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. Si fa sempre più vivo anche in Italia l’interesse all’introduzione di un salario minimo orario per tutti i lavoratori. L’idea, del resto, era già presente ai Padri costituenti quando introdussero, nella Carta Costituzionale, il principio di proporzionalità e sufficienza del salario, disponendo l’applicazione imperativa a tutte le imprese delle tariffe salariali fissate dai contratti collettivi. E una iniziativa di legge in tal senso era prevista nel Jobs Act. La realtà: in Italia, più che in altri paesi, un meccanismo di questo tipo non è di facile attuazione. I vantaggi, però, sarebbero indubbiamente tanti …
  2. In ogni professione e settore, si è ceduto - con i vantaggi e gli svantaggi annessi - al “fascino” delle tecnologie. È indubbio che l’ormai assiduo utilizzo di tali strumenti, primi tra tutti gli smartphone, specie se esasperato nella frequenza e nella durata, può anche essere fonte per il lavoratore di evidenti svantaggi che, a seconda della rilevanza ed intensità, possono tradursi in meri disagi o finanche in costanti e durature invasioni nella vita privata e nel tempo libero, al punto da limitarli e comprimerli notevolmente. Un’ipotesi, quest’ultima, che appare tutt’altro che infrequente nella realtà quotidiana. A riprova di ciò depone l’ampia diffusione del recente e costante dibattito sviluppatosi in merito alla necessità di configurare ed introdurre nel nostro ordinamento il c.d. diritto alla disconnessione del lavoratore, sulle orme di quanto di recente sperimentato dall’ordinamento giuslavoristico francese.
  3. L’INPS, nel messaggio n. 271 del 2018, fa presente che il servizio per la presentazione telematica delle domande di disoccupazione agricola è attivo e ricorda, nel contempo, che è onere del beneficiario comunicare l’eventuale rinuncia all’applicazione delle detrazioni d’imposta da parte dell’Istituto.
  4. Con la circolare n. 7 del 2018, l’INPS e l’INAIL dettano le modalità di richiesta e riconoscimento del diritto alla pensione di inabilità da parte dei soggetti affetti da malattie di origine professionale riconducibili all’esposizione all’amianto.
  5. Con il messaggio n. 273 del 2018, l’INPS illustra la nuova procedura di compensazione che può essere seguita per il recupero degli oneri versati in eccedenza in caso di rideterminazione del provvedimento di ricongiunzione contributiva.

Contatti

ODCEC TERNI

Corso del Popolo, 63

05100 - Terni

Tel 0744 429152

Fax 0744 429152

segreteria@odcecterni.it