Strumenti di accessibilità

Il Quotidiano IPSOA - Notizie Free Area Bilancio

RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Bilancio
  • PNRR: i controlli del revisore degli enti locali sull’avanzamento procedurale
    Il Consiglio Nazionale e la Fondazione Nazionale Ricerca dei Commercialisti hanno pubblicato il documento “La revisione negli enti locali: i controlli sui progetti PNRR/PNC” che propone strumenti operativi per accompagnare l’organo di revisione nella specifica attività di verifica e revisione della rendicontazione dei progetti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e dal Piano Nazionale per gli investimenti complementari. Le check-list e i fac-simile di verbale proposti possono costituire la base per predisporre la documentazione utile a comprovare il lavoro svolto e a ottenere gli elementi probativi, validi e sufficienti, ai fini dell’espressione del proprio giudizio. Si tratta di strumenti operativi che, non avendo rango di principio, non sono vincolanti e possono essere declinati a discrezione del revisore.
  • ETS: quali sono i nuovi termini per il deposito dei bilanci e dei rendiconti
    Il Senato ha approvato definitivamente in data 25 giugno 2024 il disegno di legge recante “Disposizioni in materia di politiche sociali e di enti del terzo settore”, già approvato dalla Camera dei Deputati. Una delle novità principali riguarda i nuovi termini per la presentazione dei rendiconti e dei bilanci presso il Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS). Con la riforma in esame il deposito dei bilanci diventerà mobile e non più entro il 30 giugno di ogni anno. Il deposito potrà avvenire entro il termine di centottanta giorni dalla chiusura dell’esercizio. Ma ci sono anche altre novità.
  • Rimanenze di magazzino: attenzione ai calcoli delle imposte. Un po’ complicati
    La legge di Bilancio 2024 ha introdotto una sanatoria ai fini IVA e delle imposte sui redditi per l’eliminazione dei valori di esistenze iniziali delle rimanenze di magazzino rispetto ai valori effettivi. Si tratta di un’imposta sostitutiva che deve essere calcolata applicando i coefficienti approvati dal MEF con il decreto ministeriale 24 giugno 2024 e suddivisi tra classi di attività economiche ATECO e sulla base dell'eventuale applicazione degli ISA. Quali sono le regole da seguire per il calcolo? Alcuni esempi possono essere di aiuto.
  • Revisore legale: decorrenza della prescrizione a decorrere dalla data del deposito della relazione al bilancio
    La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 115 del 1° luglio 2024, ha dichiarato che nella disciplina delle azioni di responsabilità nei confronti dei revisori legali dei conti, non è manifestamente irragionevole far decorrere, dalla data di deposito della relazione sul bilancio, il termine di prescrizione del diritto al risarcimento del danno che può far valere la società che ha conferito l’incarico. Il revisore è esposto, da un lato a una responsabilità solidale con gli amministratori e, da un altro lato, sin dal deposito di una relazione inesatta o scorretta, il suo inadempimento produce un danno alla società che ha conferito l’incarico, la quale può già far valere una pretesa risarcitoria.
  • Regolarizzazione del magazzino: come fare i calcoli di convenienza
    Con la pubblicazione sul sito MEF e in corso di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale del 24 giugno 2024 sono stati approvati i coefficienti di maggiorazione da utilizzare per l’adeguamento delle esistenze iniziali dei beni, ai sensi di quanto previsto dalla legge di bilancio 2024. Come annunciato dalla norma di legge sono stati individuati coefficienti specifici per ogni attività, individuati sulla base dei codici ATECO, distinti in tre diverse tabelle a seconda che il contribuente abbia svolto attività economiche per le quali sono stati approvati, o meno, gli ISA e abbia dichiarato ricavi di importo superiore, o meno, a 5.164.569 euro. A questo punto non resta che fare i calcoli per verificare la convenienza o meno a procedere con la regolarizzazione.