IPSOA Quotidiano - Lavoro

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Lavoro
  1. E’ stato pubblicato dalla Fondazione Studi dei Consulenti del Lavoro il rapporto “Tempo di bilanci per lo smart working”, che vede una analisi sintetica e completa del ricorso al lavoro agile nel nostro Paese durante e dopo la fase di lockdown per l’emergenza sanitaria provocata dalla pandemia da Coronavirus. Il lavoro svolto dalla Fondazione esamina il profilo tipo dei lavoratori maggiormente coinvolti in questa nuova metodologia organizzativa e i settori di attività più interessati, mettendo in evidenza l’evoluzione dei dati durante la Fase 2.
  2. ASSOVETRO con FILCTEM-CGIL, FEMCA-CISL e UILTEC-UIL hanno fornito le tabelle complessive relative all'aumento dei minimi tabellari del 1° gennaio 2021, 1° giugno 2021, 1° gennaio 2022 e 1° giugno 2022 per le aziende industriali che producono e trasformano articoli di vetro, lampade e display. Con l'accordo 19 giugno 2020 le parti sociali avevano rinnovato il CCNL fornendo l'aumento dei minimi tabellari solo per il livello D1.
  3. In fase di conversione in legge del decreto Rilancio, all’articolo 93 viene aggiunto il comma 1-bis, nel quale si dispone che il termine dei contratti di lavoro a termine (anche in somministrazione) e dei rapporti di apprendistato è prorogato per una durata pari al periodo di sospensione dell'attività lavorativa in conseguenza dell'emergenza epidemiologica da COVID-19. Il datore di lavoro e il lavoratore non possono decidere diversamente, in quanto la disposizione, così come scritta, contiene un obbligo tassativo. Quali sono le criticità applicative per le aziende?
  4. Nel messaggio n. 2759 del 2020 l’INPS comunica che sono in corso le elaborazioni per l’emissione degli avvisi bonari relativi alla rata in scadenza a febbraio 2020 per i lavoratori autonomi iscritti alle Gestioni degli artigiani e commercianti. Gli avvisi bonari sono a disposizione del contribuente all’interno del Cassetto previdenziale. Qualora l’iscritto avesse già effettuato il pagamento, potrà comunicarlo utilizzando l’apposito servizio ‘Invio quietanza di versamento’; in caso invece di mancato pagamento l’importo dovuto verrà richiesto tramite avviso di addebito.
  5. Arrivano dall’INPS, con la circolare n. 82 del 2020, le modalità e regole per la determinazione, con riferimento all’anno 2020, della contribuzione dovuta da coltivatori diretti, coloni, mezzadri ed imprenditori agricoli professionali. Sono confermate anche per quest’anno le agevolazioni spettanti per le varie categorie in relazione ai requisiti soggettivi o oggettivi dei contribuenti. Il pagamento della prima rata deve essere effettuato entro il 16 luglio 2020.