IPSOA Quotidiano - Fisco

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Fisco
  1. Sono 13.774.382 i contribuenti che hanno effettuato nel 2016 la scelta di destinare l’8 per mille dell'IRPEF al finanziamento della Chiesa Cattolica con 1.139.218.217 di euro. Lo si evince dalla lettura dei dati statistici pubblicati dal Dipartimento delle Finanze. Lo Stato è stato scelto da 2.580.208 di contribuenti, mentre coloro che hanno scelto la Chiesa Evangelica Valdese sono stati 547.915 e coloro che hanno scelto l’Unione Buddhista Italiana sono stati 165.067.
  2. È stato accertato il cambio delle valute estere per il mese di giugno 2020. La misura è stabilita dal provvedimento dell’10 luglio 2020 pubblicato sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate. I valori indicati sono necessari quando, ad esempio, in applicazione di alcune disposizioni del TUIR, nella determinazione del reddito ai fini IRPEF e IRES, si fa riferimento a elementi espressi in valuta estera come corrispettivi, proventi, spese e oneri. Sono applicabili anche i tassi di cambio alternativi forniti da operatori internazionali indipendenti, utilizzati dall'impresa nella contabilizzazione delle operazioni in valuta, purché la relativa quotazione sia resa disponibile attraverso fonti di informazione pubbliche e verificabili.
  3. Alle prestazioni rese dai fisici medici non si può applicare l'esenzione IVA prevista per le prestazioni sanitarie dei medici dal D.P.R. n. 633/1972. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 208 del 9 luglio 2020. In questa ipotesi manca il presupposto soggettivo ai fini dell’esenzione, poiché tali prestazioni professionali sono rese da soggetti non sottoposti a vigilanza ai sensi dell' art. 99 del testo unico delle leggi sanitarie né individuati dal decreto interministeriale del 17 maggio 2002.
  4. Nella Gazzetta Ufficiale del 9 luglio 2020 è stato pubblicato il D.M. 1° luglio 2020 con cui il Ministero dell’Economia e delle finanze 1° luglio 2020 fissa i criteri e le modalità con cui è assicurato il sollecito riversamento del tributo per l'esercizio delle funzioni di tutela, protezione e igiene dell'ambiente (TEFA). A decorrere dal 1° gennaio 2020, la misura del TEFA è fissata al 5% del prelievo collegato al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani stabilito da ciascun comune, salva diversa deliberazione da parte della provincia o della città metropolitana. Questa deliberazione è comunicata, solo per il 2020, all’Agenzia delle Entrate e, per gli anni successivi, ai comuni interessati.
  5. I Consigli di Disciplina territoriali dovranno trasmettere entro il 15 settembre 2020 il questionario predisposto dal CNDCEC per monitorare l’esercizio della funzione disciplinare territoriale, con particolare riferimento ai procedimenti disciplinari correlati a procedimenti penali a carico degli iscritti all’Albo (ad esempio, per i reati quali associazione a delinquere, bancarotta fraudolenta, usura, riciclaggio, turbativa d’asta, truffa, appropriazione indebita, etc.). Il questionario - che è allegato all’informativa n. 81 del 9 luglio 2020 - dovrà essere compilato con tutti i dati richiesti in relazione alla attività disciplinare svolta, con particolare riferimento al periodo dal gennaio 2017 fino a oggi.