banner area riservata

ORDINE

MODULISTICA

pagopa2

directio

IPSOA Quotidiano - Fisco

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Fisco
  1. Relativamente al voto per corrispondenza, nel caso in cui l’Ordine abbia valutato che il rispetto della normativa Covid imponga l’utilizzo di spazi più ampi e idonei ad accogliere un elevato numero di soggetti, lo stesso può indicare una specifica collocazione della segreteria per il ritiro delle schede da votare per corrispondenza. Ovviamente tale luogo deve essere unico e invariabile per l’intero periodo di ritiro delle schede elettorali. Lo ha reso noto il CNDCEC con il Pronto Ordini n. 139 del 26 luglio 2021.
  2. Nel caso in cui non pervenga alcuna candidatura per l’elezione del Comitato Pari Opportunità, il Consiglio dell’Ordine dovrà provvedere a indire nuove elezioni finalizzate alla nomina del CPO, sollecitando gli iscritti a presentare le candidature. Si tratta di uno dei chiarimenti forniti dal CNDCEC con alcuni Pronto Ordini in tema di elezioni del Comitato Pari Opportunità. I Comitati sono organi necessari del Consiglio dell’Ordine, espressamente facenti parte dell’ordinamento professionale, e la loro elezione è obbligatoria.
  3. Per non perdere i benefici della definizione agevolata, rottamazione ter e saldo e stralcio, chi è in regola con i versamenti del 2019 deve effettuare il pagamento delle rate non ancora versate nel 2020 in quattro mesi a partire da luglio 2021. Lo ha ricordato l'Agenzia delle Entrate–Riscossione nelle FAQ aggiornate con le novità introdotte in materia di riscossione dalla legge di conversione del decreto Sostegni bis. Restano confermati i termini per il pagamento delle rate di febbraio, marzo, maggio e luglio 2021, da effettuare entro il 30 novembre 2021. Per ogni scadenza è prevista la possibilità di effettuare il pagamento avvalendosi anche dei 5 giorni di tolleranza aggiuntivi concessi dalla legge.
  4. Con riferimento a un contratto di consignment stock, il cessionario italiano può immediatamente detrarre l'IVA dallo stesso assolta in dogana a condizione che i beni presentino un nesso immediato e diretto con la sua attività e la dichiarazione doganale venga annotata sul registro degli acquisti. Lo ha evidenziato l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 509 del 26 luglio 2021. Ai fini della detrazione IVA, è necessario che il soggetto che provvede al pagamento dell'IVA in dogana sia anche colui che utilizza i beni importati nell'esercizio dell'attività propria così da realizzare il "nesso diretto e immediato" tra operazioni attive, e operazioni passive, inerenti all'attività d'impresa.
  5. Il Ministero dell’Economia e delle finanze ha firmato il decreto che renderà operativo lo stralcio delle cartelle fino a 5.000 euro in relazione ai carichi affidati all’agente della riscossione dal 2000 al 2010. Il provvedimento definisce le date rilevanti della procedura, prevedendo che l’annullamento dei debiti sia effettuato alla data del 31 ottobre 2021. Specifiche regole sono destinate a regolamentare i rapporti tra l’agente della riscossione e l’ente creditore ai fini del discarico conseguente all’annullamento dei debiti, all’eliminazione dalle scritture contabile e alle operazioni di riaccertamento straordinario dei residui al 31 dicembre 2021.