IPSOA Quotidiano - Impresa

logo quotidiano
RSS delle notizie Free del Quotidiano IPSOA pubblicate nell'area Impresa
  1. Si comincia lunedì con i dati del Pil tedesco che fotografano i mesi del lockdown, un’immagine che per l’Italia sarà scattata venerdì dall’Istat. Intanto, mercoledì, la squadra guidata da Ursula von der Leyen riuscirà (si spera) a presentare, all’interno del Quadro finanziario pluriennale, il Recovery Instrument.
  2. Arrivano dalla Banca d’Italia le indicazioni per l’attuazione, a partire dal 1° luglio 2020, del credito d’imposta del 30% sulle commissioni relative ai pagamenti elettronici effettuati mediante carte di credito, di debito, e altri strumenti elettronici tracciabili. In particolare, vengono individuate le modalità e i criteri con cui i prestatori di servizi di pagamento inviano agli esercenti l'elenco delle transazioni effettuate e il resoconto delle commissioni pagate perché possano attivarsi per il recupero del bonus. Gli istituti di pagamento sono, inoltre, obbligati ad inviare all’Agenzia delle Entrate informazioni analoghe a quelle inviate agli esercenti, per permettere un’attività di verifica e di controllo sulla spettanza del beneficio.
  3. Assonime pubblica la circolare n. 10/2020 dal titolo “ Appalti pubblici nell’emergenza Covid-19: orientamenti europei, decreto Cura Italia e decreto Rilancio” che illustra, nella prima parte, i margini di flessibilità offerti dalle direttive europee e dalla normativa nazionale per i contratti pubblici nel contesto dell'emergenza Covid-19. Sul tema sono stati forniti orientamenti dalla Commissione europea e, per le disposizioni nazionali applicabili anche ai contratti sottosoglia, dall'Anac. Nella seconda parte della circolare sono analizzate le disposizioni in tema di contratti pubblici contenute nel decreto Cura Italia e nel decreto Rilancio, tra cui l'esonero temporaneo dal pagamento dei contributi Anac e la possibilità di aumentare l’importo dell’anticipazione del prezzo sul valore dell’appalto dal 20 fino al 30 per cento, compatibilmente con le risorse disponibili.
  4. Il legislatore intervenendo in materia fallimentare, con il decreto Liquidità, ha previsto la proroga di sei mesi per tutti i termini di adempimento in scadenza, tra il 23 febbraio e il 30 giugno 2020, dei concordati preventivi e degli accordi di ristrutturazione dei debiti che siano già stati omologati dal tribunale. L’intento è quello di evitare la vanificazione dei tentativi di soluzione della crisi, nell’attuale situazione emergenziale causata dal Covid-19, che potrebbero causare evidenti ricadute sulla conservazione di complessi imprenditoriali anche di rilevanti dimensioni. Sempre con l’obiettivo di conservare la continuità aziendale il decreto legge ha inoltre previsto l’improcedibilità di ricorsi e richieste per la dichiarazione di fallimento depositati nel periodo tra il 9 marzo 2020 ed il 30 giugno 2020.
  5. Pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’ordinanza che estende, ai titolari di concessione amministrativa per la rivendita di tabacchi e altri generi di monopolio aderenti alla Federazione italiana tabaccai (F.I.T.), l’autorizzazione alla vendita al pubblico di mascherine facciali. L’autorizzazione ha validità fino alla cessazione dello stato di emergenza sul territorio nazionale relativo al rischio sanitario connesso all'insorgenza di patologie derivanti da Covid-19.